Mostre ed esposizioni

Premiazione

 

Come accennato nella biografia, si può affermare che Silvia Lucioni ha dipinto fin dalla adolescenza, principalmente per amici, cui regalava quadri in varie occasioni; annotati su un quaderno, sono circa 300. Il primo riconoscimento pubblico, negli anni '70 premio in un concorso in Varese, è un radioso sorriso, dipinto a spatola.

Tra la laurea e l'inizio dell'impiego in assicurazione, si è dedicata a pittura su stoffa, a soggetto floreale, su commissione di boutiques di Tradate (VA), dipingendo foulards e parei. Le commissioni divennero tanto numerose da imporre presto una scelta definitiva in ordine al lavoro. Il piacere creativo era indubbiamente ridotto nell'eseguire temi su commissione e la consapevolezza che tale coercizione si sarebbe cronicizzata in un lavoro strutturato, nonché il bisogno di applicare la formazione giuridica acquisita, hanno determinato la scelta di dipingere solo per spontanea ispirazione, senza vincoli commerciali, nè esigenze economiche di redditività.

Dagli anni '80 ai '90 la sua pittura è proseguita in ambito privato. Nel 1996 l'incontro con pittori del Seprio, la costituzione di "Artis, artisti del Seprio" l'ha vista socia fondatrice, ed attiva partecipante a mostre in Villa Scalabrino di Mozzate, Tradate Castiglione Olona, Varese. Con gli altri pittori di tale associazione ha tenuto corsi di pittura, con grande soddisfazione dei partecipanti.

Ritratto
Premio Varese 1970
Premio Nevera
Premio Nevera 2009, Saronno
Premio Nevera
Premio Nevera 2009, Saronno
"Galline in corsa"
Fuè
Alternativi, Turate 2014
"Creazioni in recupero"

Una mostra personale a Pavia, nel 1999, la porta ad un pubblico nuovo che ne apprezza il vivace cromatismo, in contrasto con il classico paesaggistico del Pavese.

Ma è con l'ammissione nel gruppo "Pittori di via Bagutta" a Milano, nel 2000, che prende decisivo avvio la vita espositiva di Silvia Lucioni. Il confronto con tali pittori, fra cui Carlo Roccazzella "Caro", accende nuova energia creativa. Nelle esposizioni di via Bagutta del 2001, 2002 e 2003 i quadri dei fondali marini, così accesi di colori ed eseguiti esclusivamente a spatola, richiamano l'attenzione del pubblico e la fanno conoscere in Milano; viene invitata e partecipa con successo ad Artecultura 2002.

I riconoscimenti e premi nei concorsi organizzati dalla pittrice/mecenate Julie Oswald (nome d'arte di Giulia Andreoni, purtroppo mancata nel 2011) si susseguono nel 2004, 2006, 2008 a Rimini, 2010, 2011 a Torre del Greco e Rimini.

Nel 2007 la famosa pasticceria Cova di via Montenapoleone a Milano, la invita ad allestire un'esposizione nelle sale da the, con quadri a soggetto paesaggistico e floreale. Alcuni dei lavori esposti sono stati acquisiti da collezionisti privati in Giappone ed in Germania.

Nel Febbraio 2009 espone in Madonna di Campiglio, al CAFE' CAMPIGLIO quadri a tema paesaggistico, che vengono apprezzati da un variegato pubblico.

Nel maggio 2009 premio Nevera, in Saronno, col quadro "Galline in corsa", attualmente in collezione privata a Firenze.

Nel giugno 2009 a Parigi, da Espace Kamaleon. Il quadro rappresentato sulla locandina, "Trabocco" si trova ora in collezione privata a Chicago.

Il quadro "Rose rosse e rosa" è attualmente in Giappone; "Tulipani in pasticceria" è in Germania.

Nel 2010 Bergamo.

Nel 2011 Turate (Co), da Ciquadro.

Nelle estemporanee organizzate in Tradate (VA) per la "Festa dei Fiori" ha simpaticamente ritratto pittori in opera.

2014 - Fuè: L'energia creativa si rivolge anche a forme di recupero, trasformando cartoni da imballaggio in curiose creazioni, rappresentate con la mostra "Fuè" del 2014; lavori "alternativi", proposti anche in ambiti scolastici della zona.

Una creatività versatile e gioiosa, che catalizza interesse e stimola sensibilità verso le bellezze del proprio territorio, come testimonia il paziente lavoro, nel 2015 e 2016, di riprodurre affreschi e graffiti di vecchi edifici della sua città natale, ormai quasi dilavati dal tempo.

Dal 1996 al 2016 Silvia Lucioni ha realizzato oltre 400 opere.

 

Mostra alla Pasticceria Cova

Mostra alla Pasticceria Cova

Milano - Via Monte Napoleone 8
20/04/2007–20/05/2007

Mostra al Caffè Campiglio

Mostra al Caffè Campiglio

Madonna di Campiglio (TN)
26/02/2009–22/03/2009

Mostra "Art Italien Contemporain"

Mostra "Art Italien Contemporain"

Paris - 185, avenue du Maine
08/06/2009–13/06/2009

Mostra al Caffè Bazzini

Mostra al Caffè Bazzini

Longuelo (BG) - Via Mattioli 14/C
01/09/2010–15/10/2010

Mostra "I colori del Myanmar"

Mostra "I colori del Myanmar"

Turate (CO) - Via Isonzo 11/c
30/03/2019–13/04/2019

Alcune foto della mostra

I colori del Myanmar
I colori del Myanmar
I colori del Myanmar

1997 • Castiglione Olona
1998 • Mozzate
1999 • Cernusco sul Naviglio
1999 • Carugate
1999 • Villa Scalabrino
1999 • Pavia - Broletto
2000 • Tradate
2001 • Mozzate
2001 • Milano - Bagutta
2001 • Pavia - S. Maria Gualtieri
2002 • Castiglione Olona
2002 • Milano - Bagutta
2002 • Milano - Artecultura
2002 • Castellanza, Villa Pomini
2003 • Tradate
2003 • Milano
2004 • Carbonate
2004 • Venegono
2004 • Besozzo
2005 • Varese, Villa Nicolini
2005 • Mozzate - Villa Scalabrino
2005 • Venegono Sup.
2005 • Castellanza- Villa Pomini
2006 • Tradate - Gall.Spina
2006 • Venegono Sup.
2007 • Milano - Montenapoleone
2008 • Rimini
2009 • Madonna Di Campiglio
2009 • Parigi - Espace Kamaleon
2010 • Rimini
2010 • Bergamo - Bazzini
2011 • Torre Del Greco - Villa Magrina
2011 • Turate - C.Quadro Personale
2014 • Turate - Fue’
2017 • Mozzate - Casa Combattente
2018 • Cremona - Galleria immagine Spazio
2019 • Turate, "I colori del Myanmar"